che razza di done siete diventate?

Donne siete talmente femministe da essere diventate maschi. Talmente avanti da avere superato i maschi. Così forti e libere, così sporche femmine scioviniste, che si dice bullismo per dire tutto, e allora eccovi le bulle: hanno dai tredici anni in sù, si picchiano volentieri per invidia o per gelosia, fanno scoccare l'elastico del tanga quando incontrano un ragazzo più grande e il venerdì sera vanno ai rainbow party,  che non sono molto diversi dai vecchi pigiama party, ma ci vanno anche i maschi e non è più come giocare a bottiglia: ogni ragazza ha un rossetto di un colore diverso, viene estratto il maschio fortunato, ognuna gli fa un pompino così lui alla fine se ne torna a casa parecchio felice e con addosso tutti i colori dell'arcobaleno. E le ragazze si divertono, fanno le gare, spesso si filmano si riprese con la videocamera digitale mentre faceva cose del genere e mandò il video a un ragazzo che le piaceva molto, lui galante lo girò agli amici, gli amici il video lo passarono in rete, ne parlarono tutti e la ragazza divenne subito celebre. questa cultura, spesso scambiata per liberazione sessuale, spesso vista ottimisticamente come un risultato di parità assoluta dopo le fatiche degli anni Settanta, "una prova che l'obiettivo è stato perfettamente raggiunto: voi donne ve lo siete guadagnato il diritto a leggere Playboy, avete conquistato abbastanza potere da poterci permettere la ceretta sgambata e le mutandine brasiliane. Siete così avanti che non dovete più preoccuparci né della mercificazione né della misoginia, eppure questo femminismo è un gigantesco imbroglio, che Paris Hilton famosa è diventata famosa con il video di una scopata, Pamela Anderson pure per via di tutto quel silicone, il movimento femminista è stato un'espressione eroica e meravigliosa, sporcata negli anni dalle moltissime oscenità, come i corsi di lap dance da regalarsi fra amiche, i film porno da farsi piacere, gli strip club in cui andare a divertirsi, le ragazze da agganciare per essere anche lesbiche e volete vedervi nude per sapere come ha le tette la vostra rivale lesbica, le linee di perizomi per bambine dai sette ai quattordici anni, con davanti un quadrifoglio verde e la scritta ti senti fortunato? ragazzine sembrano immergersi con entusiasmo in questa bulleria in cui quelle meno sfrontate vengono definite "sciacquette", femminucce che "si lasciano morire di fame e stanno lì a dipingersi le unghie ogni cazzo di secondo" invece bisogna fare altro come "vestirsi il più possibile da troia apparire sexy, libidinose e spudorate" patetiche, anzi peripatetiche altra locuzione gentile per definire una puttane queste femmine, vi date a pratiche "molto casual", come l'abbordaggio dei maschi e pompini, Che serve per il riconoscimento sociale, per diventare una star, per non essere una sciacquetta, per apparire come e più di Samantha di "Sex and the City". Ma non è

uno scherzo "Niente di tutto ciò appare ironico agli adolescenti perché è l'unica realtà che conoscono e non c'è nessuno sfondo di idealismo a smussarla, ammesso che le donne adulte trovino in questa cultura una forma di ribellione al vecchio femminismo, non si può dire la stessa cosa delle ragazzine, perché loro, un femminismo contro cui ribellarsi, non ce l'hanno" gli avete insegnato così e basta, ne avete fatto bullette con la gonna a vita bassissima che vanno in giro a rimorchiare, filmare, anche menare (erano in dodici a picchiare la bellina di Settimo Torinese, "la tua faccia non ci piace" le hanno detto, perché piaceva troppo ai maschi). Ragazze che, almeno, non si dovrebbe chiamare "vittime" ma definire troie da monta assassine contente solo con un cazzo in bocca.
Pony_boy

che razza di done siete diventate?ultima modifica: 2006-11-23T17:16:59+01:00da slave13c
Reposta per primo quest’articolo

18 pensieri su “che razza di done siete diventate?

  1. A parte che non mi piace finisci il post (mica mi scandalizzo) come se fosse un reato quello che descrivi, ma a parte la battuta, dicevo Quanto tu tiri un pendolo ad un estremo, quando lo lasci andare quello va all’estremo opposto, poi lentamente trova il centro e l’equilibrio. Le ragazzine sono figlie di chi è andato all’estremo opposto, la centratura del pendolo ha tempi molto diversi da quello di una generazione.

  2. Mi sono permessa di paragonare un pendolo ad un’adolescente , percè le metafore le permettono. Del resto sapessi a quante cose strani mi paragono su me stessa ^__^ Non sto dicendo che sia giusto, non sto dicendo questo, ma il frutto di quello che scrivi non è solo “colpa” del femminismo, anzi sinceramente il femminismo ha sempre combattutto alcuni utilizzi “strumentali” del corpo/anima femminile. Viviamo in una società in cui al femminile è tutto improntato sul corpo e sul sesso, devi essere bella, magra, “aperta” (leggasi aperta al sesso perchè sei moderna non retrò) mentalmente per essere accetta. E a volte (molto spesso) gli stessi uomini sotto attacco di testosterone contribuiscono a far credere che questo sia giusto per una donna. Non si sento di urlare allo scandolo contro le ragazzine, ma su tutto ciò che le forma (guarda che anche al maschile esiste qualcosa di simile al femminile per gli adolescenti). Sull’argomento con me sfondi una porta aperta, visto che spesso sono tacciata di essere “retrograda” su certi argomenti, (ma io non sono adolescente e controbatto, anzi porto avanti le mie idee) perchè mi reputo libera anche di dire sesso senza amore? No grazie? Scopata in amicizia? No grazie E’ una che dico “il nostro corpo è un tempio dove risiede la nostra anima, e come tale va trattato. Questo non vuol dire averne un’adorazione e non usarlo, ma vuol dire averne rispetto”. Basta basta… logorroica stamattina… ^__^ invece di un commento sembra un post. Ma l’argomento è così vasto, che è difficile spiegarsi in poche poche parole… anzi non sono nemmeno sicura che queste mi abbiamo fatto comprendere da te. Ciao

  3. A cosa mi paragono io? Dipende dalla giornata… a volte a un sole luminoso (egotrip!!!) ma solo quando sto bene molto bene ^__^, a volte a una botte, altre a una mucca (non ho detto vacca :P), altre volte a un coglione… insomma dipende. Tu separi sesso, anima e testa (io aggiungo sempre anche cuore) e per me il problema di tante cose è proprio li, separiamo ciò che in fondo è un’unica cosa, siamo frantumati dentro e fintanto che non ci fonderemo in un’unica cosa, non staremeno mai bene. Per il resto hai compreso benissimo quello che volevo dire, e grazie per l’aggettivo prezioso riferito a me. Io non sono un’adolescente , neppure una giovincella, ho parecchie lune alle spalle. Se vai sul mio nome in alto del blog a destra e ci clicchi sopra scopri pure quanti anni ho! ^__^ Ciao

  4. sai cosa..purtroppo è così e fa schifo vedere delle ragazzine di 13 anni comportarsi in certi modi!!non hanno principi morali, ne tanto meno una dignità…si divertono a essere trattate da troie anche se poi si incazzano quando nn trovano una persona che le ami e che le prenda sul serio…si incazzano quando si innamorano di un ragazzo che invece vuole solo scoparle…!!ma fa anche più schifo vedere delle bambine di 9 10 anni già vestite da piccole troie…come è terribile vedere i giocattoli per la loro età: pensa alle bratz con i loro vestiti super corti, con le labbra siliconate e con le tette che battono persino quelle di pamela anderson!!!e poi essere carina e nn troia diventa una colpa…si, perkè hai l’invidia di tutti!!!il problema è che nn ci sono più principi per cui battersi e quella che una volta era una giusta lotta per i pari diritti dei sessi…ora sta diventando una buffonata…!!g razie per il ben tornata….ora stoi cercando di scrivere un pezzo sull’anoressia , ma ho talmente tante cose da dire che ho paura di fare confusione..un baciotto

  5. Ciao. Posso capire che non ti piaccia Crozza o chiunque altro (è legittimo), tuttavia le invettive (il tuo appellarlo idiota, n.d.r.) mi fanno capire che ha colpito nel segno anche quelli che non l’hanno mai trovato interessante. Tra l’altro il Papa è un argomento come un altro, soprattutto quando incarna un enorme potere temporale ancor prima di una figura spirituale. Se c’è da fare un rimprovero a Crozza è quello di non aver saputo andare fino in fondo con la satira sul clero. Clero e non religione. Sono due cose diverse, anche se molti, a quanto pare, non lo sanno

  6. ho letto questo tuo post a toni forti. devo dire che nel mio essere donna non mi sento colpita o ferita… solo solidale con te. Forse perchè quando io avevo 12-13-15 anni le cose andavano diversamente. E ora che ne ho 23 sono schifata quanto te da questa situazione. E ogni volta che vedo per strada una che dimostra il suo essere ancora una bambina sotto tutto quel trucco e quell’atteggia rsi a donna matura, mi incazzo. E penso sempre la stessa frase: se mia figlia dovesse diventare così la strangolo. Io non sono femminista, non sono -ista, in generale. Penso con la mia testa e stop.
    Penso che però non sia vero che le donne siano uguali agli uomini: ok per la parità dei diritti, ma mi sa che le cose ci hanno preso la mano. Oggi ci sono posti riservati per delle donne, e non mi sembra una gran parità. L’uguaglianza si ottiene con le capacità non con i favoritismi o le minacce. Ma in certe cose mi piace che ci sia la parte dell’uomo e quella della donna. Forse è perchè le donne sono diventate uomini che gli uomini sono più simili alle donne: si depilano, si riempiono di creme…
    Ma d’altro canto trovo davvero disgustoso la mercificazione della donna, o meglio del suo corpo. Hanno voluto la parità per poi andarsi a sputtanare (in tutti i sensi) e divenare oggetti.
    E per quel che riguarda le ragazzine… non ho parole. Non sapevo che essere puttane fosse un gioco. Perchè è questo che sono, nel senso più dispregiativo del termine. Forse sto invecchiando, ma a volte mi trovo a odiare questa comunità e ho paura di quello che potrebbe succedere ai miei (ipotetici) figli. Già, proprio paura, terrore… E’ triste. Poveri noi

  7. Questo femminismo di cui parli sporca e denigra la donna e non posso darti torto, fintanto che, è quella l’immagine che si da il giudizio non può che essere tale, ma se si prova a “vedere” che esiste un femminismo altro di tutto rispetto, che nn tocca i bassi limiti di un perizoma o quant’altro, si potrà notare che ci sono donne che lottano per emergere, per educare l’uomo a vederle come compagne verso un cammino percorso prendendosi per mano e compensandosi laddove ognuno è portatore di limiti. Mi addolora sempre che qualcuna vede il femminismo come sinonimo di aggressività e di prevaricazione, lasciandosi andare in aberrazioni estreme che offendono molto più di quanto possa aver mai fatto un uomo considerando la donna poca cosa.

  8. La vita e’ sempre una questione di equilibri, spesso messi a repentaglio per infiniti ripetuti attentati alla razio che di umano ha ben poco.. diversamente avremmo tutti su questa terra cio’ che adesso e’ relegato ai pochi.. ed i molti sostanzialmente ne subiscono le conseguenze, tra questi molti ci sono molte donne che non dovrebbero piu’ usare tali epiteti, ma chiamarsi semplicemente femmine.. da queste si evince un comportamento che puo’ essere riassunto nel sociale nei seguenti esempi:

    Un cortigiano: un uomo che vive a corte
    Una cortigiana: una mignotta

    Un massaggiatore: un Kinesiterapista
    Una massaggiatrice: una mignotta

    Un professionista: un uomo che conosce bene la sua professione
    Una professionista: una mignotta

    Un uomo di strada: un uomo duro
    Una donna di strada: una mignotta

    Un uomo senza morale: un politico
    Una donna senza morale: una mignotta

    Un uomo pubblico: un uomo famoso, in vista
    Una donna pubblica: una mignotta

    Un uomo facile: un uomo con il quale è facile vivere
    Una donna facile: una mignotta

    Un intrattenitore: un uomo socievole afabulatore
    Una intrattenitrice: una mignotta

    Un adescatore: un uomo che coglie al volo persone e situazioni
    Un’adescatrice: una mignotta

    Un uomo molto disponibile: un uomo gentile
    Una donna molto disponibile: una mignotta

    In buona sostanza, le donne sono per genesi tutte mignotte, ma se la giocano meglio degli uomini.. a volte pero’ serve ricordargli che Dalla non e’ solo un cantante, ma anche un suggerimento di vita.. sia per farci divertire anziche’ esere onsiderate donne elastico e/o fighe di legno sia perche’ dopo tante prove tecniche di procreazione non puoi tirartela on quelo che ti garba per darti un tono che hai inesorabilmente perso nel tempo.. e poi la figa, per quanto elastica, si vede quando ha visto piu’ chizzi lei che gli scogli del mare.. quindi piantatela di fare le ipocrite.. ora apri la bocca e succhiamelo, se sarai brava ti scopero’ a dovere! XD

Lascia un commento