Patria non più paese

La nostra generazione è cresciuta in una fase nella quale la patria era negata, la parola patria era proibita, politicamente improponibile, ne faceva uso solo chi stava fuori dal contesto politico, la destra missina o monarchica, il liberali e i repubblicani mazziniani, e ovviamente i comunisti parlavano di paese con la P minuscola, la patria era qualcosa di carbonaro, come l'italia dell'ottocento, evocava sospetti e in moltissimi riprovazione, confusa col fascismo che ne aveva abusato per "fare gli italiani" con il re in fuga, poi fu craxi col suo socialismo tricolore e poi persino berlinguer, proprio lui, pipetta, scoprì la via nazionale come scialuppa di salvataggio per sfuggire al comintern e dal comunismo, ideologia che per sua natura nega la patria, causa della riscoperta della patria è stata proprio la fine del comunismo con la rinascita delle delle nazioni e delle religioni a oriente, la seconda causa è di natura sociale ed economica, la globalizzazione, che con la logica dell'espandere il mercato provoca una reazione nazionale, è nella nazione e nella religione che non si marcia più in nome di un'altra patria, (sovietica o cinese) ma per nome e conto della propria, non più nel nome di una ideologia ma di una identità che appare minacciata e per questo riaffermata, oggi l'italia terzo paese al mondo dopo usa e gran Bretagna per impegni internazionali all'estero, a sinistra o almeno in parte merito di cossiga e ciampi e nonostante scalfaro, persino d'alema che decise di assumersi la responsabilità dei cannoni sulla serbia, del berlusca che grida forza italia, di fini che ha fatto capire a tutti che la rinuncia al legame col fascismo liberava la patria, è questa la più grande rivoluzione culturale che ha attraversato questi anni, teniamocela cara, ci servirà ad affrontare al meglio i futuri problemi.

Pony_boy

Patria non più paeseultima modifica: 2007-05-02T18:24:11+02:00da slave13c
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Patria non più paese

  1. I cannoni non devono mai essere utilizzati come mezzo per risolvere i contrasti tra nazioni; nazioni che si ritrovano a lottare contro un effetto globalizzante “governato” dalle multinazionali (americane) è questo il vero problema della “morte” dello Stato nazione; in nome di una globalizzazione unilaterale che non ha rispettato i parametri per cui è stata originata, adesso il tutto si risolve in che i ricchi diventino sempre + ricchi e i poveri sempre + poveri, e lo Stato non ha nessun potere e nemmeno + la “voglia” di esercitare la sua funzione di protezione per i cittadini, lasciando che chi veramente governa (le multinazionali) gestiscano e indicano leggi a loro favore e a discapito nostro, affinchè il loro potere e il loro profitto sia sempre glorificato; allo Stato non interessa che farsi “amici” chi ha i capitali e crea le leggi che assicurino la loro libertà di movimento, tutto il resto non conta, anzi si crea l’illusione che ognuno di noi è libero di gestirsi la propria vita, migliorandola e riuscendo ad “innalzarsi” nella scala gerarchica; tutto è rimesso nelle nostre mani,in una crescente individualizzaz ione schiacciante che non è altro che la maschera per non dire che l’individuo è lasciato solo con se stesso a lottare nei marosi della vita che “loro” stanno distruggendo sempre più; il cittadino “percepisce” che non ha nulla da rendere in devozione allo Stato e quindi pian piano metteremo una bella pietra sul senso di patria. L’unica ideologia che ci rimarrà sarà quella del consumismo più sfrenato, utilizzato per esorcizzare la nostra solitudine e per non sentirci “fuori” dal mondo.
    La tua storia è molto bella Oscar, grazie per avermela raccontata…io conosco la lingua spagnola e so cosa vuol dire hasta luego…
    Hasta luego (pap)

  2. I sindacati non hanno + alcun “potere” , non lo ha nemmeno lo Stato per governare una politica protezionista, il WTO ha emesso leggi internazionali che rendono tutte le altre leggi succube delle decisioni dei “grandi”. La globalizzazione unilaterale potrebbe modificarsi, anche se al momento è solo utopia, e sai perchè? si potrebbero avere delle modifiche perchè le leggi economiche non sono cosa che ci è stata data in natura, sono “opere” dell’uomo, quindi modificabili; siamo NOI TUTTi che attraverso la “consapevolezza ” possiamo fermare questa corsa verso il baratro; tutti devono poter fare qualcosa invece di chiedersi impotentemente cosa fare; è necessario uscire dalla stasi d’impotenza e dirsi che ognuno di noi può, ma questo può accadere solo se tutti avranno la consapevolezza di ciò che sta accadendo, se tutti saranno informati, se tutti vedranno che le luci con le quali “loro” ci feriscono gli occhi non sono altro che una maschera per nascondere le bruttezze diaboliche che stanno dietro ai loro movimenti. Abbiamo un solo mondo, vediamo di non sciuparlo e di conservarlo o i nostri figli non avranno più nulla da chiamare “mondo”. Ciao Oscar (pap)

  3. Se lo hai inserito dal box html sicuramente hai un codice….bene. ..devi copiarlo nel block notes del pc o su word, vedi tu, e così tutto quello che hai aggiunto, foto, links, i codici x la musica, xchè quelli andranno persi…cmq me l’ha spiegato Pulvigiu, se non sono stata chiara chiedi a lui!!!!!

Lascia un commento